Lo zafferano…. e ti porta l’allegria…

Sapevate  che lo zafferano porta buon umore?

Oltre ad insaporire diversi piatti, la polvere di zafferano è una miniera di sostanze utili per l’organismo: essendo  uno dei più potenti antiossidanti, contrasta i radicali liberi, responsabili dell’accelerazione dell’invecchiamento cellulare. Inoltre questa spezia favorisce il metabolismo  aumentando la secrezione di bile e di succhi gastrici. Per questo è molto usato anche nella preparazione di liquori digestivi.

Recentemente si è studiato che è un   rimedio naturale molto efficace anche per stress e depressione, possiede proprietà e benefici sulla parte del sistema nervoso che regola i recettori sensoriali del movimento dei muscoli e delle articolazioni, agendo come calmanteanalgesico e antispasmodico.

In cucina il suo utilizzo  spazia dall’antipasto al dolce. Secondo me le combinazioni migliori si hanno con il riso, i crostacei, i frutti di mare, le carni in umido e le salse delicate, esaltandone i sapori, come nella ricetta che vi descrivo ora.

Mi raccomando, però… va aggiunto a fine cottura, altrimenti perde il suo sapore e il suo profumo. Bisogna prestare particolare attenzione anche al dosaggio: per tre/quattro persone è sufficiente una bustina da 0,15 grammi.

Questa spezia è spesso soggetta però a sofisticazioni, tanto che in commercio si trova più il cartamo, detto anche zafferanone, (più colorante che aromatico) che lo zafferano vero e proprio. Noi ci siamo rivolti a chi lo zafferano lo produce amorevolmente e con cura a Ferrandina (MT), l’azienda Stimmi di Zafferano di Enzo Galtieri e Vincenzo Pallotta.

Detto questo…cominciamo a preparare gli sformatini. Occorrono:

400 gr ricotta

250 gr spinaci

1 cipolla dorata

80 gr Grana Padano grattuggiato

2 uova

1 bustina di zafferano

olio,sale,pepe

 

 

Rosolare la cipolla tritata con 2 cucchiai di olio e un pizzico di sale per circa 3 minuti, aggiungere gli spinaci e coprire con un coperchio,facendo cuocere tutto a fuoco medio per altri 5 minuti. Trascorso questo tempo, togliere il coperchio e far evaporare, lasciare intiepidire tutto

Lavorare la ricorra con il grana, l’uovo, un pizzico di sale e il pepe in modo da ottenere una crema omogenea. Aggiungere gli spinaci precedentemente scolati dell’acqua in eccesso e tritati e amalgamare il composto.

Dividere il composto in 6 stampini oliati leggermente, fino al bordo.

Disporre gli stampini in una teglia alta, in cui versate acqua bollente fino ad arrivare ad un po’ più della metà degli stampini.

Infornate a 180° in forno ventilato  per circa 50 minuti.

Per la salsa allo zafferano, scaldate un po’ di latte togliendolo dal fuoco appena vedete le prime bollicine. Aggiungete due cucchiai di ricotta e lo zafferano e mescolate.rimettete sul fuoco e mescolate finché la salsa raggiunge una consistenza, circa un paio di minuti.

 

Impiattate disponendo sul fondo del piatto la salsa di zafferano, al di sopra il tortino.

Nutrirsi è diverso da mangiare…

 

Facebook
Facebook
LinkedIn

Un pensiero riguardo “Lo zafferano…. e ti porta l’allegria…

Lascia un commento