Il panettone….una lunga storia d’amore

Le leggende sulla nascita del panettone sono diverse…tutte hanno in comune una storia d’amore. Vi racconto quella più affascinante, secondo me…

Tutto comincia quando un falconiere di Ludovico il Moro, un certo Ughetto,  si innamora di Adalgisa, la figlia del fornaio Toni. Pur ricambiandosi reciproco amore, i due hanno pochissimo tempo da poter passare insieme perché Adalgisa lavora nel forno paterno che vive una condizione economica non florida. Così Ughetto decide di farsi assumere dal fornaio come garzone e, per cercare di ingraziarsi il futuro suocero, cerca di inventare qualcosa di nuovo…così prende la migliore farina che ha a disposizione e la impasta con uova, burro, miele, uvetta sultanina e cedro candito.

Il risultato?

Il pan dei Toni.

Il dolce conquista subito tutti per la sua bontà e artigianalità e rimette in sesto le finanze del forno Toni. Come altro poteva ricambiare il fornaio se non con la mano di Adalgisa?

Una lunga storia d’amore…così come lunga e amorevole è la preparazione di questo dolce.

Chiunque si è cimentato nel prepararlo in casa sa benissimo che la fase più delicata della preparazione è la lievitazione. Questa avviene grazie alla pasta madre che deve essere rinfrescata più volte prima di cominciare ad impastare il dolce vero e proprio.  Il panettone, poi, necessita di due impasti . A farlo gonfiare poi  è l’incisione di una croce sulla parte superiore…per tradizione le donne lo facevano con la fede, come fosse una benedizione o forse un buon auspicio per un buon risultato dopo tutto il lavoro. Per ultimo il raffreddamento tipico a testa a testa in giù per evitare che la cupola si sgonfi. Insomma….davvero un lavoraccio per un dolce fragrante, buonissimo e presente su tutte le  nostre tavole in questo periodo.

Io, che sono un po’ curiosa, sono andata a sbirciare la lavorazione nel laboratorio della PANETTERIA DELLA MURGIA https://www.panetteriadellamurgia.it/che ancora una volta mi ha mostrato dedizione, cura e passione per il proprio lavoro.

Facebook
Facebook
LinkedIn
Pubblicato in Blog

Lascia un commento